Prima dell'alba

Vampe improvvise fanno squarci nel buio e boati susseguono ormai senza respiro La morte ? laggi? dietro oscure colline e l'alba ci attende per dissetare la terra di rosso colore Poche ore del buio dove vita respira prima che inferno ci colga nell'ultimo scontro d'umana follia Acqua di fuoco nella gola in discesa lo stomaco brucia Ma che importa oramai ? La paura s'? data alla fuga E lei che mi guarda coi suoi occhi di cerbiatta smarrita le lacere vesti dove fango ha lasciato l'orma pi? scura Vieni accanto il domani ? vuota parola quando infuria la guerra La tua mano alla mia a sentire un calore come sera d'estate sulla labbra non hai pi? promesse da offrire ma stanotte, ti prego per un'ora soltanto fammi ancora sentire sussurrate parole d'amore. .

Altre opere di questo autore