Tornando a casa

Piccolo viale, quattro case in croce
dimenticate forse per dispetto,
in questa nebbia mi grida il suo saluto
quasi croccante, un calpestar di foglie.

Le mani in tasca e il corpo intirizzito,
oddio sei tu quell'ombra laggiù in fondo?
Apro le braccia un attimo soltanto
poi le richiudo e...mi stringo nel cappotto.

Altre opere di questo autore