Perunastella



Ci ritroviamo qui, per un amore
che dell'amore non ha fragilità.
Niente ferite, il dolore più quieto.

Trema il respiro nel freddo di quest'alba
e più lontana appare quell'estate
che ha legato due vite inutilmente.

A te che resti qui e ora sei...innocente
lascio una rosa rossa, profumata e piccola
mentre sussurro...sia dolce la "tua" notte.

Senza voltarmi indietro, lentamente
riprendo la mia strada e sul mio viso
scopro il pudore di un piccolo sorriso.


A mio marito...due anni dopo...lucia

13 febbraio 2005

Altre opere di questo autore