Memorie ritrovate

Pochi attimi,
la foschia espande
il respiro in lontananza.
Lo stupore mi rapisce.
Una gemma sfavillante,
come una sirena,
appare.
Dolce insenatura,
in un degradare di pini ed olivi,
avvolta in intensi profumi,
Approdo di pirati,
in cerca di tesori nascosti,
ora gioiosi pescatori,
coi doni pregiati
d' un mare generoso.
Culla di avi,
blandi ricordi di giovane età.
Rammarico
di poca gratitudine.
Desiderio
di rincorrere il tempo,
assaporare l'aria,
gioire d'una natura
a suo tempo negata.
Legami ancestrali,
li sento.
Voglio racchiuderli nel cuore.
Memorie ritrovate,
preziose immagini,
da donare ad affetti filiali.

Altre opere di questo autore