Mio

 

 

Eternamente mio,
di quel prezioso attimo, il ricordo
sfuggito al sole
che tutto ammantò,
col suo calore.
Cosa rammenti adesso
di me che ti so amare
da lontano,
come se tu fossi qui presente
sulle mie ore eterne,
e sulla notte.
Pensami forte
che possa io averti dentro
nella mia mente,
nascosto dai coralli di un lontano mare
tra il rosso del tramonto
che mi cade addosso.
Stai con me, quando sogni
se il calvario della vita
ti ferisce, a volte,
anche le mie ferite sono aperte
e doloranti,
pur se sorrido amore
sui miei passi.

 

Altre opere di questo autore