Al pensiero

Avrei voluto allontanarmi da te
che incalzi la mia mente.
Grovigli di fili disegni astratti
colori confusi suoni musica
teoremi del vivere
formule distorte domini inviolati.
tangenti che toccano
i confini dello spazio e veloce
ancora, al di là di questo...
cerchi concentrici per proiettarmi
in un turbine: mi spaventi !
Meningi stanche sotto il tuo giogo
chiedono tregua ma tu sorvoli.
sogghigni mostrandomi
foto sbiadite, paesaggi lontani.
Costruisci ricordi ritagli parole
le deformi, le ricomponi.
Dai luce e nel buio ritorni
Ogni istante ti rinnovi.
osservo l'archivio che hai costruito
ed io, imponente al cospetto
del tuo impero, rassegnata
ti chiedo riconoscenza:
formula l'essenziale
prima di allontanarti per sempre.
Risparmiami la condizione del rimpianto
.

Altre opere di questo autore