Silenzio

Su ali d'ira giunge mascherato il destriero infuocato cavalcato dal vento d'Oriente Solca l'aria con balzi di leone apprestando il suo carico di nera neve e disciolti papaveri Un flebile soffio spazza le messi argentate al chiaro di luna ed un cono di gelo popola la notte Repentino il sobborgo raggiunge urla spandendo all'orizzonte di un cielo gremito di foschi presagi Il canto del gufo vorace divora le dolci grida degli uccelli appressatisi in ascolto Gli alberi secolari timorosi ritraggono le loro chiome nascondendo le mani nella terra Fragorosa cade una spada di zenith risplendente ? la sua lama ed ? il silenzio

Altre opere di questo autore