Il viaggio

Vita che emigrasti dalla terra per incontrare la morte a met? strada. Stanco il tuo passo,meritato il riposo. Il sole ritirava i suoi raggi per ritrovarsi nel pallore del suo giorno mentre tu nell?abbraccio della tua nemica affidavi i sogni e i tuoi ricordi. Stretta la sua morsa, ma ferma nel consolarti il pianto copioso come pioggia. Ti assolveva nella misera speranza. Nessun angelo volteggiava sul tuo capo per coronarti di stelle Nessun fuoco ti rapiva per l?inferno. Eri sospesa tra il tutto ed il niente con un silenzio di pietra rotto di non parole. Un film spezzato a met? senza mai aver conosciuto la fine. Gli occhi sull?ultima immagine per capire il senso del tuo viaggio.

Altre opere di questo autore