Isola del cuore

Terra mia

solitaria e ardente

sei nel cuor di chi ti brama

e non ti vede.

Celar  non si può

dei lontani tuoi figli

l’antico amore.

Nello sfarzo crescente

facile non è

annegar  la mente.

Lunga è l’attesa

più potente

il compenso sarà

per chi presto o tardi

la tua cinta varcherà

adorata Sardegna mia.

Altre opere di questo autore