IO DONNA ITALIA

 IO DONNA ITALIA

 

Michiamo Italia,

il mio abito è di tre colori.

Ho la forma di uno stivale,

uno stivale da donna.

 

Camminando attraverso lo spazio tempo,

ho visto cosa mi è accaduto.

All’inizio ero un tipo tranquillo,

poi sono stata padrona di mezzo mondo,

con i generali come Cesare,Ottaviano,

e molti altri.

Arrivò il declino e diventai,

terra di conquista,

arabi, spagnoli, francesi e…

…e gli austriaci.

 

Centocinquant’anni fa il
popolo che mi abita decise di unirsi,

mi vestirono con l’abito verde, bianco e rosso,

e un giovanotto dalla barba e capelli rossi,

mi conquisto unendomi sotto un'unica bandiera,

e un altro mi donò un inno

che tutti cantano per le grandi occasioni,

l’inno inizia così,

“Fratelli di Italia,

l’Italia se desta.

Dell’elmo di Scippò,

se cinta la testa”.

 

Centocinquant’anni mi sono accadute

molte cose alcune belle alcune brutte,

ero una monarca poi ora sono una repubblica,

una repubblica  un po’ confusa ultimamente.

 

Ma la donna che in me,

spera che un giorno

la frase “Fratelli d’Italia”

torni a essere forte.

Un saluto da donna Italia

16/02/14
MARZIA ORNOFOLI

Altre opere di questo autore