RINASCITA

Sacro e protetto

Come un iniziatico

Grembo materno,

Mi hai generato

Per la seconda volta,

Madre messapica

Dalle calde membra.

La tua carne è terra

Rossa e riarsa, la stessa

Che già raccolse

Il mio grido dolorante

E l'inarrestabile pianto.

Madre mia, in saggio,

Arcaico silenzio

Hai raccolto le stille

E la mia gracile essenza

Cullando

E custodendo me

Come morula

Al tuo interno.


Oggi ti ringrazio,

Madre mia,

Di avermi reso Figlio.

 

Altre opere di questo autore