IL CICLAMINO

Timido un ciclamino
solleva una foglia marcia
e un alito di vento
lo vibra e gli assegna una nota sconosciuta

Un filo di luce penetra il bosco
di scheletri in nuove vene
e l'accarezza,l'incoraggia
mentre tutt'intorno brufoli di tappeto marcio
nascondono altri letarghi d'esplosivi colori

E' breve la vita d'un ciclamino
come illusioni nel mezzo
tra fine sconforto e inizio sorriso raggelato

D'ugual sorte breve ,a fianco un fungo
sfuggito a un cinghiale invidia il suo splendore
e forse una mano li coglierà entrambi
e in destini diversi,chi a una padella
chi al ricciolo ribelle d'un amore
in estasi al profumo
----------------------------------------------
Da:Avanguardie Irriverenti
www.santhers.com

Altre opere di questo autore