CERTI GIORNI

Certi giorni
oltre che scialbi
smemorati
declinanti al divenire
-Le ore,martellate
a demolire noia murata
e anelli a catena di traino
verso cieca mannaia
-Il bilancio è netto
vuoto piatto speranza
e contropeso sopra i piedi
-I ricordi,autodifesa
scattano a riportare
pezzi di ieri al vuoto odierno
ma nulla possono quando l'anima
sfrattata da involucra figura
si dilania a pietrificarsi
su scie di sogni morti
-L'amore fiore reciso
destinato al frutto,
conta in vaso,minuti mancanti
allo scarto di pulizie serali
-Ennesima illusione all'alba,
esausta follia,all'apice
ubriaca e a scendere stremata
s'addormenterà in occhi vuoti
-Chiamano Pace il non senso stendbay
da cui ripartire..a vivere
------------------------------
Da:Destini E Presagi
www.santhers.com

Altre opere di questo autore