IL GEOMETRA CICERCHIA DETTO L'AUSTRALIANO

A cinquant'anni,messo da parte i capricci
che poi in realtà altro non erano che piccoli relax
per uscire dalla schematica vita
il geometra Cicerchia decisie,pianificò
di prendersi la patente
e l'idea che ieri sembrava follia
fu incoraggiata dal ben riuscito di lì a poco
matrimonio dell'unica figlia
e quindi l'abbandono di responsabilità
per l'impegno di traghettare quella vita
verso meta sicura
--Con impegno e determinazione superò gli esami di teoria
alla pratica più che il volante tra le mani gli parve di avere
il timone del mondo e trovò grande soddisfazioni
lasciarsi alle spalle veloce,figure paesaggi
e a volte per l'euforia salutava alberi,fiumi e villaggi
--Fin quì tutto bene tranne la mai superata difficoltà di
usare bene la frizione
sia nella partenza che nel cambio di marcia tanto da far
saltellare la macchina o in casi limiti come a voler simulare
un decollo
--I maligni e i bontemponi sempre attenti alle novità
che irrompono rare nei paesi alla staticità
incominciarono a prenderlo in giro...più che una macchina
quella sembra un canguro,deve aver preso la patente
in Australia e pian piano lo ribattezzarono l'Australiano
--Finì sulla bocca di tutti e se all'inizio quel soprannome lo infastidiva
man mano finì col trovarlo di suo gradimento al punto che spesso
asseriva....l'Australia è un bel paese con le sue autostrade,
un giorno ci andrò..giuro ci andrò
--Bene, un pò per tener fede al nuovo nome,un pò perchè
la fantasia gli si era allargata,superò la difficoltà del viaggio in aereo
e partì
--Mentre era in volo anche l'aereo incominciò a fare sobbalzi
e per un guasto al motore precipitò
-al suo funerale gli amici dissero..è morto saltando
per aver abbracciato le novità della tecnologia
e per tener fede al nuovo nome
--Io come sempre passai per caso e dissi soltanto
quando il destino è un copione già scritto
poco importa qual sia il mezzo per interpretarlo
------------------------------------------------------------
Da:Scritture agricole e metropolitane
http://www.santhers.com/

Altre opere di questo autore