15 AGOSTO

E' la domenica di Leopardi
che osserva dal ponte
il fiume che rotola
i sogni del sabato annegato
sui massi che hanno perso
la lucida cotica secca
dove si è specchiato il cielo
e ora riprendono il lungo amplesso
stimolato da carezze
di un acqua ove il sole
cerca aggiusti alla parese
variabile

I sassi lanciati da monelli
non fanno più cerchi
e si accodano inquieti
al lungo rutto vomitante
al mare

Le atmosfere
riprendono il precario
che avrà il suo podio
nell'oblìo raccontato
paura di ogni vita
cavia eterna di fede
---------------------------------
www.santhers.com

Altre opere di questo autore