AMIANTO

Tra alberi tisici e in preghiera
dismessi capannoni
con gigantesche tegole di amianto,
cemento al veleno,
i passerotti saltellano sui tetti
non lo sanno
coprirono uomini-polli
che con febbre da cavallo
ci lasciarono a turno le penne
-Ora sono cimiteri
abbandonati e in funzione
ma senza morti
una specie di banca
delle anime pignorate
in attesa d'aste
per qualche regno
-Con voli frustanti
e gracchi i corvi atterriscono
piccoli sudditi,
che in decollo
dai cinerei aeroporti,
sembrano proiettili
sparati da se stessi
così a eludere la tortura
ma in dolore la si sente
dallo sbatter d'ali contaminate
d'umana stoltura
-S'aggirano gatti gonfi
col pelo viola
cronometrano agonie,
ignari diventeranno bombe silenziose
dopo il pasto
-----------------------------------------
Da:Pensieri Alternativi
www.santhers.com

Altre opere di questo autore