E... TRASCINO QUESTE OSSA

E...trascino queste ossa nella notte stanche di camminare per le mille vie dietro gli sbagli dell'anima Queste ossa gabbia costretta di un cuore zoppo mutilato nelle ali impigliate nelle giostre di feste promesse Queste impalcature che mi devono mantenere per un viso corretto da consegnare alla pena dei giorni alle mostre del decoro sulla terra scritta dai passi cancellati dal tempo cercano riposo su un seno che non ? pi? di carne ma tavole imbottite con i chiodi degli anni Questo scheletro che scricchiola e contende ai denti il rumore forse sarebbe durato di pi? lontano dal vostro egoismo senza il tarlo .....dell'indifferenza.... applaudito nel vostro repertorio migliore ....l'ipocrisia.... la stessa che userete nel novembre degli occhi per un distillato di lacrime --------------------- Dal volume:Soste precarie

Altre opere di questo autore