DISINCANTO

Nella pausa di una nuvola una stella affett? la notte tracci? un sentiero interruppe i tentacoli del dolore coperto dal miagol?o dei gatti che nell'amore si salutavano per gli agi della solitudine Puntai una luce e un camino che nello sparo dei fumi alleggeriva le abitudini di apatiche convivenze lo cap?i dai vortici sospinti da respiri di noia distanti dall'anima di l? a poco pronta a congelarsi per l'inverno Quando enttrai vidi la donna che un tempo tra smancerie chiamai....amore.... non rendersi conto che tornavo dal buio a cui avevo ceduto qualche follia Con la testa fece un assenso nel silenzio e tra i piedi rotol? l'abbraccio di due vite col futuro nei ricordi di ieri -------------------- Dal volume:Soste precarie

Altre opere di questo autore