PAESI AL SUD

Le case,pagnotte in fila

appena uscite dal forno

e il sole rovente le tiene al caldo

 

Anime che cercano

ombra tra mura

ma si perdono dietro profumi

di mandorli aggrappati a pendii

emulati da bimbi avvinghiati

a seni invogliati al turgido

da melodiose litanie,

nel dialetto fanno poesia

 

Voci sguinzagliate nel silenzio

istruite ad arrangiarsi

si scontrano a consultarsi

e riportano appesantite

il parere del destino

 

C’è sempre un cane

che abbaia al forestiero

come a dire vattene e rimani

nel dubbio l’intrusione

sottrae o regala l’osso

mentre i vecchi

poliziotti dei ricordi

s’inventano un figlio di qualcuno

che videro partire

 

Usci,ingressi di tane

con affacci a scatti

tra curiosità e sospetti

ogni intruso nuovo postino

con geroglifici sul viso

e ognuno a interpretarli

 

Unici a rallegrarsi senza pensare

qualche statua o monumento

percepiscono occhi nuovi

copulano in una foto

o nel racconto in altro luogo

-----------------------------------

Da:Vetriolo

www.santhers.com

Altre opere di questo autore