DECLINO

E’ triste in una sera 
che sembrava come tante 
letto di glorie 
vedere il sole tramontare ad est 
in un buco nero 
carcinoma del destino 
al dorso della fortuna 

E’ Triste voler schierare i propri denti 
a semicerchio 
per l’ennesima parata del sorriso 
ma il sipario delle labbra 
serrato da mille occhi non s’apre 

E’ triste vedere lo scettro d’oro 
trasformato in candela accesa 
e la mano tremante a disfarsene 

E’ triste per il pastore 
percuotere il vuoto col bastone 
e radunare irti i propri capelli 
mentre il gregge alleato col lupo 
sposta la pasqua a carnevale 

E’ triste sedersi a tavola con l’oblio 
nutrirlo con la propria immagine 
e a digiuno ruttare con lui 
in finta satollo a compiacerlo 

E’ triste accorgersi 
che il podio ormai griglia di partenza 
per giungere in silenzio al rimpianto 
------------------------------------- 
Da:Sorrisi Pignorati 
www.santhers.com

Altre opere di questo autore