IL VECCHIETTO

Toc..toc…

col bastone sul selciato

prenota la terra,

cane con tre zampe

la quarta nel pensiero

-Claudicante

tesse il bordo della vita

 

Mano a taglio sulla fronte

guarda il sole

si fa il suo orizzonte breve

e l’inchioda ai piedi

con uno sputo

 

Riceve un buon giorno

ennesima medaglia

di cartone

da appendere alla notte

da masticare

 

Entra nella cantina

beve un bicchiere di sangue

olia due parole

e le gioca a tombola

su orecchie sorde

 

Alza il bavero

copertina di solitudine

da leggere coi ricordi

dorso di specchio rotto

 

S’incammina verso casa

.toc..toc…

conteso da usci

sotto le scarpe

senza denti,

fischianti

si baciano per finta

--------------------------

Da:Soste Precarie

www.santhers.com

 

Altre opere di questo autore