VECCHI SELCIATI

Pietre levigate da scarpe

inclinate da ruote

argini a pozzanghere

ove annegano pensieri

puniti ai piedi

a fare da bussola

al tempo perso

 

Disertori alla mente

passi narrano al selciato

di anime fuggite

e loro stanchi a ritrovarle

senza ricompensa

 

S’affacciano fili d’erba

tra una pietra e l’altra

come soldati da trincee

e il nemico a falciarli

 

Fuggite da una giacca

nel salto caduta a taglio

monete astiose a mediare

tra una mano all’altra

nascoste in fessure

osservano pace e fretta

poi malinconiche

a brillare al sole indagatore

 

Filtri di sigarette

francobolli di malumori

schiacciati sui segreti

dei passi a spedire

lontano,malinconie

 

Selciati

baciati da copertoni

fischiano dinieghi

al progresso

-------------------------------

Da:Destini E presagi

www.sanhters.com

Altre opere di questo autore