Per Regit FEBBRE DIVINA

St? a scrivere una pagina d'amore col sangue vivo della mia esistenza, dal d? che amor mi pose a conoscenza che sinonimi son vita e dolore. Vita nebula strana che col fiore sbocci aulisci e tosto la parvenza perdi per tornare quella essenza che solamente all'occhio umano muore. Quale febbre divina mi farai avere, quale tormento mi hai infuso che spesso dagli abissi del dolore mi elevi all'almo firmamento di "Esimio Cavaliere"! Eppure sebbene io di tal titolo viva assai contento, grato ti sono che in parte i miei sogni volger vedo a compimento. Mike

Altre opere di questo autore