Puttane

Fiaccole buie su gambe infinite ad illuminare lupanari lunghi chilometri di asfalto consunto, puzzo di piscio merda e caucci?, di sperma sterile sputato via da membri flosci di vecchi laidi e bavosi, magnaccia arroganti bianchi e neri alimentati a cazzate rubate da parabole satellitari riscuotono parcelle sotto gli occhi vigili e conniventi di gazzelle biancocelesti e pantere blunotte. All'alba ceri accesi a ringraziare una madonna puttana per un nuovo scampolo di vita aggiunto ad un'esistenza di cazzo.

Altre opere di questo autore