Krasavitz ( Bello )

Krasavitz, bello! gli accarezz? la testa e gli apr? l'ingresso di Mathausen, krasavitz, bello! gli accarezz? la testa e gli apr? l'ingresso del gulag, tranquilli belli! li tranquillizzarono e li precipitarono, vivi, nella foiba di Basovizta, bastardi compagni, siete bastardi! e ne fecero scempio, neri di merda! seguiteci e li appesero, testa in gi?, in piazzale Loreto tranquilli,tranquilli compagni! siamo sulla stessa barca cambia solo il colore noi rossi voi bianchi ma fratelli in una sola tavolozza, li presero e ne fecero scempio.

Altre opere di questo autore