La leggenda del fiore sbocciato a novembre

A scuola erano tutti cresciuti e più belli
tra i banchi cercavi solo un sorriso
e quando hai mostrato i capelli
qualcuno i suoi riflessi ha deriso.

Volevi disegnare le lune sul mare
senza graffiare mai quel foglio pulito
rubando i pastelli al primo amore
eppure le tue labbra di rosso hanno scalfito.

Inseguivi i sogni in quel cortile
dove una mano ha ferito i tuoi giochi monelli,
ha fermato i giorni sulla paglia del fienile
mentendo spudoratamente ai tuoi occhi belli.

Adesso il tuo corpo di donna è cresciuto
e vorresti poter scegliere il tuo destino
ma hanno i tuoi desideri il sapore di bruciato
e fuggi ogni mano credendo che sia del suo assassino.

Se potessero i miei versi accendere i sogni per sempre
perduti, smarriti e scaldare i brividi sulla tua pelle
forse anche un fiore sbocciato a novembre
farà di una donna la bambina più bella.


http://poesienando.splinder.com/

Altre opere di questo autore