L'amore insolente

Non è che sia sempre in anticipo
non lo faccio per malinconia o strafottenza
tanto meno per pazzia, mi adagio dolcemente
sui tuoi seni così maturi e m'addormento...

Sarà che quando giuro di non cercarti
o sarà la malattia che ci sorprende
quando meno te l'aspetti rubi il sonno
e la vita mia assomiglia ad una bandiera...

Steso sul letto assorto nei pensieri
un tormento lieve m'accarezza
ed i tuoi occhi come vele si dispiegano
non capisco dove scivolino le tue mani...

Dubito che la mente aspetti sempre una tormenta
allora mi domando come mai sgomento
non ci leghiamo eppure ci cerchiamo,
non ci neghiamo ma laceriamo le nostre carni
e pure l'anima...

Avrò sudato anche stanotte e mi sei sfuggita come sempre
serpe insolente donna strega impenitente
quando ti sogno arriva sempre il mare
e nei suoi abissi ci sprofondo...

Odio e amo la tua assenza, tra un odore
perso ed un abbandono dici sempre
adesso basta e poi ritorni nuovamente...

***
...ad un'amica, sempre la stessa, quella che disse di essere uscita da un'@

http://poesienando.splinder.com/



Altre opere di questo autore