La tua schiena

 
Scivola nuda,

levigata,

ripida oltre i fianchi

verso dune

invitanti

ove indugia

la lingua

nel piacere vibrante.

Altre opere di questo autore