Nella luna


Perchè mi guardi
e cosa cerchi nei miei traguardi,
cosa t'aspetti dalla mia pelle
dove trasporti mani calde
e questi assaggi che ti concedi
ma cosa vedi nei miei segreti,
nei miei dispetti,
si presenta alquanto bene il mio regalo,
non ti conviene, vacci piano.

Ma quanta forza richieda il cielo
per per aprire questa luna,
per cortesia, non ti fermare
resta ancora in questo mondo
non è stato così facile
dissacrare la mia morale,
ora spingi e torna indietro
nel mistero della carne
tra il  piacere e il suo dolore,
mentre guardi i miei occhi, i miei segreti,
i miei sbagli, i tuoi traguardi.

Altre opere di questo autore