Il ritorno


Che importa se la luna
t'abbia fatto innamorare,
che importa nascondere
alle nuvole il sorriso
stampato sulle labbra...
ah, questo calice di piacere
voglio sorseggiare fino in fondo,
voglio il dono, il premio,
il seme del suo bene più prezioso,
il perdono del peccato mai commesso
e questi graffi sulla pelle
sono il segno del mio strazio
di quei baci alla partenza
che non m'hanno reso sazio,
sono il capo chino sul foglio bianco
mentre aspetto il ritorno,
ad occhi aperti col volto stanco.

Altre opere di questo autore