Donata a te che prendi


Non riuscirai nell'intento,
male,
a nulla serviranno nella schiena
queste lame,
sì al male, male dentro
ma ad una ad una sfilerai,

scivolerà misto a sudore il piacere
delle tue strette al seno,
questo male,
sì, male, male dentro
non durerà, piegata al tuo segnale
arriverò quando mi vorrai, china,
guardandoti negli occhi
supplicando ancora,

ma il male sarà svanito
in nube d'ambra,
in fumo acre e dolce insieme
al male, trito
sì, al male, male dentro
e riuscirai nell'intento,
donata a te che prendi.

Altre opere di questo autore