Lava del mistero


Buio pesto e sognai
signore mio
accolto in me come cruna
e quasi, quasi dal desio
scivolarmi dentro,
senza fatica alcuna,
né resistenza,
sì come al sudore intriso era...

Peccato, le mani al risveglio
le sue non fossero
quelle che sentivo,
e sognarlo non sia stato invero
come sorgere istintivo
in me,
di cotanta lava del mistero

Altre opere di questo autore