Lacrime sul cristallo

Scivolano lenti i ricordi sull'animo tuo fragile, come lacrime sul cristallo, come stanche nuvole grigie che accompagnano il pianto del cielo. Scendono piano pensieri di un amore che brilla di meno, che consuma preziose gocce di luce in sfocati arcobaleni di cui svanisce la scia. Scivolano taglienti i tristi ricordi, come ingrata tortura, lasciando solchi e ferite cos? come cinico aratro lascia sulla ghiacciata terra, da sorda tramontana battuta. Scivola lontana la vita di prima, su strade diverse e impensate, cos? come strano e diverso ? ogni volta il sentire e il toccare l'amore.

Altre opere di questo autore