Poche Righe Prima di Te

Poche righe, leggile col cuore, fissale nella mente e nell'anima, poi gettale e scendi da me. Sono sotto casa tua... Mi ricordo, di questa mia vita. L'ombra dell'uomo che ero nei miei sogni, fra lacrime e pensieri di una notte e un viso scontento nello specchio appannato di sospiri. Domani un altro giorno, gente a me incomprensibile perch? felice sfila intorno, mentre attonito la osservo e vivo nei pensieri anzich? nella vita. Un amore che sfior? lasci? ferite profonde da ricucire e impresse segni sin troppo evidenti su di un cuore tenuto spesso in mostra.Senza difesa alcuna, allo sbaraglio.. Poi, non lo s? come, ma ? successo! Ma perch?, di tanti proprio in questo posto ci siamo incontrati? Doveva essere proprio qui e adesso, dobbiamo credere solo a questo ormai.A che servono in fondo tante domande?.. E poi, come pioveva! Pioveva troppo, troppo troppo spesso. Eppure era la nostra cornice, cos? mi hai risposto.Ricordi? Io non lo s? perch?, ma ti ho amata.Subito. E tutto questo in un sorriso tuo rimase impresso che ancora me lo tengo stretto a mente. Sul mio viso ora c'? la mancanza di te prima ancora che tu parta. Nei tuoi occhi sfuma quella paura di soffrire che ti impediva di soffiare via la cenere per tornare a vedere che fiamma arde sotto. Io , intanto, parlo sempre troppo. Volevo raccontarti una vita in pochi versi, ma anzich? una poesia ? nata questa lettera. Comunque poche righe per tutta una vita prima di te. Oggi finalmente, dopo tanto tempo, sono capace di dare agli altri.Di darmi agli altri. Grazie amore! Ogni giorno ? meraviglioso essere qui. IO mi sento meraviglioso, e quanto hai visto sino ad ora non ? che un flebile respiro rispetto al vento di passione con cui st? per travolgerti. ... Bene, ora sai. Getta questa lettera e scendi da me. Sono sotto casa tua.

Altre opere di questo autore