Oltre le porte del sole e della luna

C'e' la nebbia che si dissolve
in un mondo magico di vallate
carezze bisbigliate agli angoli delle strade

e il tempo si ferma
quando varco la porta del sole e della luna

una miseria senza veli
palpabile
toccante

e un varipinto caos nei mercati
di erbe, pietre magiche e pozioni.

Tu
terra barocca e stanca
nuda sulle montagne
hai il sapore perso del pianto

sei ghiaccio e inferno
sierra  e pampas

e apri le gambe
mentre scaldi il respiro
in quella dolcezza dell'esistere
che si perde nel volo dell'ultimo condor

in queste sere azzurre
smarrite sulle labbra del vento.


Altre opere di questo autore