Il respiro del tempo

In questa balera da due soldi chiamata vita il sole ha i contorni sfuocati cammino senza meta con piccole rughe sulla fronte in un equilibrio precario sul respiro del tempo. Nessuna certezza solo nebbie vogliose di silenzio qualche arrendevole notte i giorni che si consumano su palcoscenici addormentati ed e' quasi sempre buio mi perdo senza ritrovarmi. Vorrei rubare l'azzurro del cielo e dipingere baci ma ci sono solo fogli di carta nel vento e l'inchiostro dell'ultima poesia stonata.

Altre opere di questo autore