Come perla

Candidi specchi, i tuoi occhi illuminano il sorriso di grazia giustificante. Fra veli di misteri ingrati, i tuoi pensieri allacciano sofferti equilibri d'immagini, dove la coscienza apre, solitudine d'idee. Come perla che rifletta chiaror di luna, irradi agli altri l'amicizia, deserto fremito di luce filtrante boschi di vacui silenzi. E, come il cuore ti sconforta, riprendi vita, per poter spezzare l'affanno nudo scheggiante lamine d'amore al tuo tesoro d'essermi ad ogni attimo vicina. Dischiudi le tue ali e segui quei sentieri che il chiaro tuo pensar t'insegna e, non sarai pi? sola a scavar fra macchie d'ombra, l'intima tua ragione.

Altre opere di questo autore