attualit


A questo pensavo oggi.

Avevo la sensazione di aver scalato una montagna. Non ero più la piccola ragazza di un tempo.

Il tempo deve aver fatto la sua parte, non c'è dubbio. Ma era ad altro che pensavo, ero riuscita in un mio intento che mi sembrava impossibile da realizzare. Perdonare. Lo sforzo che avevo procurato alle mie cellule, a tutto il mio essere mi aveva fatto sentire più stanca, più in là con gli anni. Non era stato un sforzo indifferente, anzi, una vera fatica. Ma mi ci ero messa d'impegno e qualche risultato ne era sortito.

La pace non è di quaggiù, inutile farsi illusioni. Però ci sono sensazioni, riflessi di qualcosa che è altrove, che spesso ci vengono a trovare. Ne abbiamo il sospetto e quando non lo neghiamo a noi stessi, siamo capaci di percorrerla quella strada. A volte, non fa così tanta paura, le ferite respirano aria nuova, rimarginano e non avendo eliminato del tutto la speranza di un ritorno sereno, lo inseguiamo, così come Egli insegue noi.

E' questa la realtà dei miei giorni, questi giorni, i più attuali.

Non so se migliori o peggiori degli altri, non so nemmeno se diversi.

Forse è ciò che ci piace custodire che fa la differenza. Quali tesori inestimabili proteggere dentro di noi e al contempo condividere, altrimenti rischierebbero la muffa, se non venissero mai allo scoperto a godere di un sorriso, liberatorio.

Mi è capitato di essere felice. Di crederlo per motivi diversi, credo sia capitato un po' a tutti.

Ognuno considera la felicità a suo modo, un tempo capirne il significato era divenuto un mio cruccio.

Ora afferro pur senza volontà un rinato compagno che mai si è allontanato da me. E questa foglia rinsecchita che si sgretola con il dovuto onore sotto i miei passi, è pelle che rinasce e si rinnova.

Così capisco di non esser sola e offro alla vita la mia condanna che di felicità si adorna e d'angoscia si compiace quando non sa cos'altro fare.

All'ignoto il mio affettuoso saluto che spero accetterà di buon grado, dal bozzolo si dovrà pur crescere e non c'è dubbio, la ragazza sta crescendo.

Altre opere di questo autore