divagazioni


Mi vedi?

Ma non ci sono

Sto vagando

Devo solo fare attenzione a non sbattere contro qualcosa che potrebbe farmi male

E' solo in quei casi che mi sveglio e mi dico: Ma vah? Sto vagando

Mi viene naturale preferire il non senso. Dentro alle regole ho sempre sentito un gran puzzo, la difficoltà di respiro diviene pressante ed è allora che cerco l'ossigeno a quote più alte

Ma sono umano. Calco la terra e la terra mi ha calcato

Se tutto avessi compreso e in esso liberato ogni dubbio, non andrei vagando

L'abbraccio della nuvola sarebbe stato così intenso che l'immagine mia sarebbe lì, in dolce compagnia

Devo ricominciare a soppesare, stabilire priorità, conoscere più a fondo le Leggi dell'Universo

Esiste rispetto, come una distanza furtiva posta a riempire un'assenza, esercitarmi nel praticarla devo, così il mio vagare sarà più leggero

Altre opere di questo autore