all'uomo peggiore

 

ti vedo accumulare giorno dopo giorno

mattoni e fatica

intimamente l'orgoglio ti nutre

infine, mastica ogni possibile incrinatura

vietato dubitare, vietato sognare

pietra nel cuore, verso la tua donna

verso il femminile

paura da scacciare

lacrime amare

ti scorrono sul viso

ma tu non hai capito

il male ha un solo fine

ritorcersi su se' stesso

fino a quando, superata la misura

ne cercherà ancora

ma la vittima innanzitutto, risiede nell'anima tua

peccato, avere lo sguardo rivolto altrove

fama e denaro, quale altra giusta ricompensa?

del mistero della vita, dell'amore non ti colse mai

il profumo, piuttosto l'acre odore del dominio

infamò l'aria.

Altre opere di questo autore