Iride scomposta

Poltiglia di carni maciullate da ruote voraci sul nastro nero di un asfalto croccante. Saetta un camion ed ? gi? distante Stringo i denti per non ridere della morte negli occhi bardata di nero Odo il fruscio di zoccoli di un?infanzia divorata a morsi mentre il succo seccava in rughe profonde Un carretto raccoglie l?anima e i cani abbaiano lungo filari di ossa

Altre opere di questo autore