Maria non è una donna strana

Maria non è una donna strana

Senz’altro come ogni donna

Le sue grosse mammelle sazie

Che sfibrano gli occhi

Il suo corpo ancora bello da bella.

Quando aveva 30 anni

Portava la gonna molto corta

E i vecchi la guardavano golosi

Perche le si scorgeva il culo

Qualcuno raccontava anche fingendo

d’esserci Stato per vantarsi

Bella ancora ora abbondante

La sua carne nel ventre non stona

affatto la sua voglia giovane

ma affiatata esprime sazia voluttà

di donna e madre che si dona

per avere dall’uomo protezione.

Gli occhi marroni esprimono la vita

Della fatica e del dolore

Gli si vede bene il lividore

I piedi grossi compatti

Le gambe e la figura ancora buona

ha un riso aperto e compassato

nei denti Non curati, un poco rotti

Come i capelli lunghi sciolti

Fanno capire il suo patire il suo passato

Maria ha facili modi e inganna

Poi si fa ingannare, pensa a se stessa

Ma si darebbe e si dava anche spassionata .

 

Maria Meriterebbe protezione affetto

anche lei Di un uomo, amore, 

Ma ora nessuno più la inganna ....

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Altre opere di questo autore