Il prato fiorito

Il prato fiorito

 

suona ora dolce ora

ancora lieve e asprigna

docilmente primavera

nei prati colorati, calma

tra voci ancora deboli

e i chiami suoi leggiadri

dolci toni verdi luccicanti

dove i bimbi suoi incantati

 

si nascondono tra i sensi

di foglie dei cascanti rami

sotto sotto ignari dei richiami

tra il verde e roseo fogliame

il parco  sorride coi suoi prati

e i sentieri verdi sono imbiancati

dei fiori bianchi e rosa profumati

 

il prato è fiorito madreperlaceo

di bottoncini e polvere biancastra

sparsa come coriandoli lungo

sentieri  di colori brillantini

tra echeggiare di tacchi delle donne

che di fretta stanno o per chiamare

 

il prato è fiorito di colore bianco e rosa

di fiorellini bianchi celestini e rosa

si perdono qua e là in una distesa posa

 

ma tra il gironzolare o il riposare

il transitare della poca gente

lei c’è e non c’è, come vivace o scolorita,

appare e non appare come fosse assente,

eppure lei è viva e nel pensiero essa è presente.

 

 

 

 

 

Paolo Faccenda - 4 aprile 2016.

 

 

 

 

 

 

 

Altre opere di questo autore