FRAMMENTI D'ISTANTE

Ascolta.

Entro i confini lievi

che il greve giorno adagia

senti il cuor smarrito fiatare

in velami di pensieri

che l'istante tremante impiglia.

Discendono lontani

e pur vicini

nell'altalena stordita dagli anni;

l'universale procedere investono

e vibrando in tinnuli tremiti

sussultano

reclinano

s'adagiano

e nudi si schiantano

poi s'alzano

e come uguali nubi

sparse

in terra scendono

a lambire

il bianco e il nero

delle ombre della sera

del mattino

e dell'istante che si consuma...

Taci.

Ancora un poco taci,

udrai ogni emozione

dissolversi in sussulto...

Senza fine

mugola alla luna

ma in fondo 

è soavità paziente

d'ogni gioia quotidiana a divenire.

 

Vedi come il tempo trema!

e scorre

e vaga

e stringe...

Ed io

se poeta nell'animo non fossi,

ai confini dell'anima

avrei tremore.

 

(C) Copyright Paolo Musolino

Tutti i diritti riservati.

La violazione

sarà perseguibile a norma

delle vigenti leggi

che regolano i diritti d'autore.

 

 

 

Altre opere di questo autore