Ricordati di me

Ricordati di me
quando il tramonto si velerà di rosa
ed il cielo stellato abbraccerà la luna.

Ricordati di me
che ti ho amato più di me stessa.
Se potessi vedere oltre il dolore
celato nella rabbia e nell'impotenza.

Capiresti si, forse che l'amore
va oltre gli ostacoli terreni.
Il legno di quercia difficilmente
brucia e semmai lentamente.

Affinchè ci fosse quel tempo
solo il minimo necessario,
per ascoltare con sentimento.

Una pausa di riflessione come diga
ad un fiume in piena,
dragando le parole e i pensieri
che fuoriscono copiosi.

Ricordati di me
il tempo darà ragione allo sconforto
e quando i primi germogli
dal prato saluteranno,
sarà la stagione del sorriso
a riprendere il corso della vita.

Altre opere di questo autore