La pazzia dell'Uomo

Nel supplizio, rivelò la strada

con dottrine d’amore,

proferendo parole con il cuore.

Delle gocce di rugiada

l’uomo afferrò solo briciole,

empio e miserabile di pace

solo a sparger  dolore, capace.

D’animo nero, non si duole

avvolto dalla follia,

ipocrita di luce, traditore

incipria l’ingresso del cuore,

mai stanco, d’illudere l’idiozia.

Rinnegando la sofferenza,

Il calvario di un Cristo, buono

che dalla croce implorò il suo perdono,

 vive, nella cieca indifferenza.

Altre opere di questo autore