Non è per tutti festa

Oscillano voci taciturne

nell’illusione del principio

ormai lontano dal caos vitale

isolati, tra soffocanti luci.

 

Futuro privo di parole

vite respinte nel fugato anno

nella dolenza sempre costante

prigionieri dell’insensibilità.

 

Anime che si nutrono di attese,

opache, agitate nella calma

di abbracci già dissolti

nei cuori di pietra, del tempo.

Altre opere di questo autore