Grazie a te

Quando ho iniziato a scrivere avevo da poco iniziato a vivere. Ero un bimbo incantato. Costruivo sogni, se non ne trovavo. E penna e foglio trovarono me. Amore a prima vista, mai venuto meno. Eppure, ci hanno provato - gli urti della vita, i terremoti del dolore, le sensazioni d?impotenza, i ricatti a-morali, le prediche degli amici, i burocrati tutti d?un pezzo - a farmi abbandonare questi binari. Ne ho sentite di tutti i colori: piedi per terra, paga la spesa di chi ? pi? grande di te, calpesta anche tu, che offrirai a tuo figlio? E oggi che tu mi confermi che non ho sbagliato nel mio percorso, che persev-errare pu? non dare rimorso posso rispondere: a mio figlio offrir? il mio foglio e lo coloreremo insieme. Senza se, grazie a te.

Altre opere di questo autore