SOLO AMORE (A mia madre)

Ero gi? in te prima di conoscerci: succhiavo beato i tuoi fluidi. Quando nacqui tu sorridesti: solo pochi mesi e ti ricambiai il sorriso. "Mn?, mn?" ti chiamavo: gi? a tre anni il greco nel mio destino, la fortuna di averti vicino. Crescendo, il nostro patto: - gli anni non ci hanno cambiato - uno per l'altra, incondizionatamente. Sono stati refoli e bufere, falsi allarmi, nuove ere, partenze, poi ritorni, notti lunghe come giorni. Son state albe, e tramonti, mari che sembravan monti, son stati pianti, son state voci, son state teste, son state croci. Ma nel marasma una sola certezza: tu ci saresti stata, sempre. E quando ho vuotato le tasche del vestito del destino ho trovato solo amore, solo il tuo amore. E ancora oggi quando vuoto le tasche sento la tua voce che mi chiama e sono le tue lacrime ad asciugarmi gli occhi bagnati d'amore, solo d'amore.

Altre opere di questo autore