Passione

Le tue mani, le mie mani, si sfiorano,
si toccano, si insinuano,
si intrecciano, si assaporano,
si gustano, fondono passioni,
la pelle vibra al tocco.  

Le dita si insinuano,
si raggiungono e si perdono
nel crescendo di  una vorticosa danza, 
fino ai nostri ventri ansanti
dove si perdono passioni.  

Occhi languidi, sussurri,
grida e gemiti ci portano
di sponda in sponda in voluttuosi piaceri.
Siamo ora schiavi e padroni,
tiranni e vittime.  

Le bocche agiscono,
assaporano la linfa del piacere.
Tu in me, io in te, come due corpi
fusi in un solo essere,
che sugge piacere da se stesso.
Pino

Altre opere di questo autore